4 pilastri per un sogno da ricordare

separatore
matrimoni paola motta wedding planner

La riuscita di un evento o di un matrimonio si regge su quattro pilastri: la scelta della location, il cibo di qualità, la musica, la perfetta organizzazione.

 

Primo: cominciamo con la location.

matrimonio castello guareneDev’essere scelta con locali adeguati al numero degli invitati, per evitare che si accalchino in spazi angusti (effetto ascensore affollato) o che si disperdano in aree ampie (effetto: son venuti solo quattro gatti). Sicuramente non accadrà nel vostro evento, ma ogni tanto piove, ed è quindi bene scegliere una location che permetta alla gente di muoversi anche in caso di maltempo fra i diversi momenti della festa: zona aperitivo, zona ristorazione, zona divertimento. Anche in base al numero di invitati si potrà poi optare per una location pura servita da un catering oppure per un ristorante.

 

Secondo pilastro: il cibo.

Giardiniera fingherSpecialmente noi italiani non possiamo sbagliarlo. Una festa dove i piatti meritino di essere ricordati è comunque memorabile. Una cucina non all’altezza renderà indigesto il ricordo di qualsiasi evento. Fondamentale anche il servizio, con un numero di camerieri adeguato per evitare tempi dilatati e l’effetto noia (e poi irritazione) a tavola.

 

 

 

 

Terzo pilastro: la musica.

musica matrimonio saxUn accompagnamento musicale dev’essere discreto e coinvolgente, a seconda dei momenti in cui un evento è suddiviso. Un bravo musicista deve poi sapersi adeguare ai gusti degli invitati e al mood del momento. Le piste da ballo si riempiono con difficoltà e si svuotano con facilità. La musica è il cibo dell’anima: non va trascurata.

 

 

 

 

Quarto pilastro: la perfetta organizzazione.

Allestimento Wedding cakeLa festa è la vostra, gli invitati vanno sapientemente guidati attraverso i momenti che voi avete immaginato. Ci vuole una regia accorta, che scandisca al meglio i tempi, eviti dimenticanze, rimedi agli imprevisti, coccoli gli invitati e si faccia carico delle loro necessità. Meglio evitare l’effetto stazione ferroviaria, gente smarrita che non sa dove sedersi, festeggiati che si sbracciano come vigili urbani per richiamare la gente al taglio torta, al lancio bouquet o alla zona danze. La festa è meglio godersela e lasciarne la regia a chi gli eventi li organizza per lavoro.

 

 

Fine dei pilastri. Basta questo per una giornata da sogno. Ma la vorrete anche ricordare in modo adeguato, no? E allora, se si vuole che quei momenti rimangano vivi nel tempo, serve anche un buon servizio fotografico. Insieme ad altri tocchi magici che la vostra wedding planner non vi farà mancare.

 

Paola Motta Wedding Planner

Torna al blog